Geoscambio termico con pompa di calore
Comunementi detti GHP(GeothermalHeat Pump, pompe di calore geotermiche), sono sistemi elettrici di riscaldamento e raffrescamento che traggono vantaggio dalla temperatura relativamente costante del suolo durante tutto l'arco dell'anno, possono essere applicati ad una vasta gamma di costruzioni, in qualsiasi luogo del mondo, abitazioni residenziali, villette, edifici commerciali, scuole, piscine, serre e capannoni, hotel e uffici

Una pompa di calore utilizza nel miglior modo possibile l'energia elettrica per la produzione di energia termica, scambiando calore con il terreno si hanno le efficienze migliori per questa tecnologia.
 
 Gli scambiatori geotermici operano sfruttando il fatto che il terreno ha una temperatura costante per tutto l'arco dell'anno. Durante l'inverno l'ambiente viene riscaldato trasferendo energia dal terreno all'abitazione mentre durante l'estate il sistema s'inverte estraendo calore dall'ambiente e trasferendolo al terreno.

Possono essere a circuito chiuso o aperto (con interazione col le falda acquifere), quest'ultimo può avere un impatto ambientale pericoloso,pertanto sono vivamente sconsigliati.

Gli impianti a circuito chiuso possono essere di tipo orizzontale quando c'è sufficiente area a disposizione, in alternativa possono essere di tipo verticale fino a 150 metri di profondità.

Dove non ci sia la disponibilità di metano o biogas è una soluzione economica e valida, se l'energia elettrica è da fonte rinnovabile anche l'impianto termico lo diventa.

Fonte:
www.geothermal-energy.ch
web.tiscali.it/geotech/story.html



 sonde geotermiche



scambio geotermico sul terreno
Operatori del settore:
geotermiasrl.it
geotherm.it
rri.it
oberthal energy