Stile di guida ed accorgimenti per il risparmio di carburante
Spesso una vettura ha diverse prestazioni di consumo anche molto rilevanti da un conducente all'altro, questo perché esiste uno stile di guida ottimale e uno stile di guida errato, il primo permette un minor consumo di carburante anche del 30% rispetto al secondo.
Le quattro regole d'oro per risparmiare carburante

1) Mantenere un basso regime di giri motore.

Il motore ha il miglior rapporto efficienza/consumi tra i 1200/1500 e i 2000/2500 giri , a seconda dei modelli e dei motori, questo livello di giri permette una accelerazione fluida con maggior comfort del guidatore e dei passeggeri e contrariamente a quanto spesso si crede permette una minore usura dei componenti, normalmente le auto d'oggi possono procedere a 50/55 all'ora con il rapporto di cambio più alto.

2) Accelerazione decisa

Quando si può accelerare a piacere premere abbondantemente l'acceleratore (3/4 o anche 4/5) ma senza eccedere i 2000/2500 (valutare quale sia il miglior regime per la propria auto, in genere anche 2000 giri sono un limite corretto), l'opinione che il consumo equivalga alla pressione dell'acceleratore non è corretta in quanto  il motore normalmente riceve automaticamente una predeterminata quantità di carburante per giro e non di più, invece è importante sapere per quanti giri il motore ha richiesto carburante, con accelerazioni decise si avranno un minor numero di giri attivi totali del motore e conseguente minor consumo.

3) Partire in 5°!

Con le auto d'oggi non necessariamente si devono scalare molte marce per le accelerazioni in movimento, è possibile viaggiare a 50-60 km/h con la marcia più alta e accelerando aumentare la velocità in modo sostenuto.

4) Anticipare le dinamiche del traffico e del percorso

Essere accorti delle condizioni del traffico e delle variazioni del tragitto significa anticipare le azioni potendo così diminuire o evitare l'utilizzo troppo frequente del freno e di azioni scomposte, per poter avere un'ottimale gestione dell'auto basta mantenere una giusta distanza dalle vetture che precedono in modo da poter anticipare il rilascio dell'acceleratore prima dell' utilizzo del freno.

Altre considerazioni importanti sono:il minor peso possibile a bordo, ruote alla giusta pressione, evitare carichi sporgenti antiaerodinamici (anche i portapacchi e certe antenne sono più energivore di quanto si pensi), evitare finestrini aperti sopratutto sopra i 60 km/h, non mantenere climatizzatori esageratamente in funzione.

Fonte, ulteriori informazioni e dati ecodrive.org