Auto fuel cell a idruri chimici
Ad oggi esiste una sola società che sia riuscita a sviluppare un sistema di rifornimento ad idrogeno puro, ad alta densità, a sicurezza intrinseca e sopratutto che risolva il problema di accumulo, trasporto e distribuzione del combustibile.
Tutto ciò è possibile sviluppando un carburante chimico adatto alle fuel cell e riciclabile in un ciclo chiuso, nel quale alle varie trasformazioni viene solo aggiunto idrogeno.

Il carburante è composto da un sale ( NaBH4, sodio boroidruro) che quando viene introdotto nel serbatoio dell'auto è diluito in acqua, questa "acqua salata" ( non tossica e non infiammabile) fatta passare per un sistema catalitico rilascia idrogeno "su domanda", cioè, l'idrogeno viene prodotto al momento del bisogno per cui l'idrogeno "libero" nel sistema è presente in parti minime, riducendo a zero i rischi di incendi e/o esplosioni, a valle del processo catalitico oltre all'idrogeno si ha del borace (NaBO2, borato di sodio) un composto chimico non nocivo utilizzato nell'industria dei detersivi.

Il sistema installato su un minivan è dislocato interamente sul pianale e non pregiudica l'abitabità della vettura di serie originale.

Schema del ciclo del carburante nel sistema.
dopo essere passato per catalizzatore il carburante processato viene recuperato in un altro serbatoio sotto forma di borace, un composto chimico simile al sapone, anche questo non tossico e riciclabile industrialmente in nuovo carburante (l'unico elemento che entra ed esce nel processo è idrogeno puro), una tecnologia che potrebbe essere considerata ottimale se sarà messo a punto un sistema a costi sostenibili.
Il gruppo catalizzatore della Millennium Cell , il processo catalitico avviene per mezzo di contatti con rutenio.
I prototipi dimostrativi presentati con questa tecnologia sono 2:

Chrysler Natrium
, presentato all'inizio del 2002.
Ha una autonomia superiore ai 400 Km e una velocità di 130km/h
Peugeot H2O, presentato in autunno del 2003,

Su questi veicoli la quantità di idrogeno presente nel ciclo non supera mai i 2,5 grammi, l'equivalente di un bicchiere di benzina, l'idrogeno viene prodotto a bordo a partire da una soluzione acquosa di boroidruro di sodio e da un catalizzatore al rutenio,