<< Indietro
Nuovo record dell’eolico in Spagna26-04-2008 00:47

L’interesse di noi tutti per le previsioni del tempo, notoriamente, è motivato dalle nostre attività ludiche o extra lavoro. Sapere di aver bel tempo ci mette allegria soprattutto se si pianificano vacanze all’aria aperta.

Tra poco ci saranno altre motivazioni che ci spingeranno a guardare con interesse alla presenza del sole e alla ventosità. Chi ha installato pannelli fotovoltaici o generatori micro-eolici, già pregusta il piacere di leggere sul display degli impianti se il record di produzione d’energia elettrica sarà battuto o meno.

Lo stesso deve essere successo in Spagna il 18 aprile 2008 quando un forte vento ha investito l’intero paese.
Gli spagnoli, gli amici dell’associazione eolica spagnola (Asociación Empresarial Eólica) hanno potuto leggere sul loro display nazionale una potenza di 10.880 MW per 16,5 ore pari ad una produzione d’energia elettrica di 213.170 MWh: record! Il muro dei 200.000 MWh era stato superato già il giorno precedente e in febbraio dimostrando che è un risultato "strutturale" e non episodico.

Questi i dati complessivi rilevati dalla rete elettrica REE nazionale:
- 815.279 MWh fabbisogno netto energia elettrica
- 213.170 MWh eolico
- 217.706 MWh cicli combinati (combustibili vari)
- 110.989 MWh nucleare
- 90.816 MWh carbone, cogenerazione
- 82.698 MWh idro

Il 18 aprile 2008 in Spagna il vento ha contribuito per il 26% del fabbisogno nazionale d’energia elettrica.

La Spagna stima che per il 2008-2010 l’eolico possa coprire il fabbisogno d’energia elettrica, per percentuali che variano da 20 a 35 % superando così sia il nucleare e le altre produzioni che impiegano fonti fossili. Venerdì 18 aprile 2008 la sola energia eolica ha superato nucleare e carbone messi assieme e ha quasi eguagliato quella prodotta dai cicli combinati. Il risultato gratifica chi ha creduto e crede nelle fonti rinnovabili.

Per il 2010 si prevede di produrre 20.000 MW dal vento, nel 2020 e 2030 si prevedono 30.000MW e 40.000MW rispettivamente. C'è da ricordare che il gestore della rete nazionale REE ha già messo le mani avanti dicendo di voler limitare l'apporto dell'energia dal vento a non più del 30% per evitare problemi in rete nel caso di forte variabilità nella disponibilità di vento. Queste resistenze sono fisiologiche e sono facilmente dissolvibili prevedendo dei sistemi d’accumulo d’energia. C'è solo l'imbarazzo della scelta.

In Spagna le energie rinnovabili (eolico, biomassa, idro, FV, solare termodinamico) nei prossimi anni si apprestano a contribuire al fabbisogno d’energia elettrica per il 40% e ben oltre. Tale considerazione è tanto più valida se si tiene conto del maggior tasso di crescita degli investimenti nelle fonti rinnovabili rispetto alle fonti tradizionali.

Ricordiamo che il solo eolico contribuisce al fabbisogno modiale per una percentuale che si approssima al 2% con punte del 40% in alcune regiopni e paesi. I posti di lavoro "generati dall'eolico" in tutto il mondo assommano a oltre 350.000.

Si riporta questa notizia per porre l’accento come la decisa politica di “coltivazione” delle fonti rinnovabili in Spagna sta portando a risultati d’assoluto rilievo non solo come "affrancamento dal petrolio" e altre fonti fossili (uranio compreso) ma anche come "driver" o motore di sviluppo economico . Chi ha orecchie per intendere, intenda!!!

Paese

Installata nel 2005

Totale al 31/12/2005

Installata nel 2006

Totale al 31/12/2006

Installata nel 2007

Totale al 31/12/2007

Germania

1.786

18.415

2.233

20.622

2.194

22.816

Spagna

1.524

10.028

1.587

11.615

1.587

13.202

USA

2.424

9.149

2.454

11.603

2.454

14.057

India

1.447

4.430

1.840

6.270

1.840

8.110

Danimarca

10

3.128

12

3.140

Cina

496

1.260

1.347

2.607

1.145

3.752

Italia

453

1.718

417

2.135

Inghilterra

425

1.332

634

1.966

610

2.576

Portogallo

500

1.022

694

1.716

628

2.344

Olanda

140

1.219

356

1.575

 

 

Francia

367

757

810

1.567

810

2.377

Canada

239

683

776

1.459

768

2.227

Giappone

121

1.061

333

1.394

Austria

212

819

146

965

 

 

Australia

287

708

109

817

Grecia

101

573

173

746

 

 

Irlanda

157

496

250

745

Svezia

68

510

62

572

 

 

Resto nel mondo

583

1.725

887

2.639

Totale mondo

11.340

59.033

15.120

74.153

19.945

93.849


Fonti: Asociación Empresarial Eólica, El Mundo, Power Engineering International, World wind Energy Association

GP/MP

Commenti
Autore Testo
<< Indietro